Rino Lo Turco (fotografo?),

professionalmente mi occupo d'altro; paradossalmente mi occupo di Protezione dati di riservatezza, di privacy, ma provengo e continuo a essere un informatico puro, non un ingegnere informatico o un matematico derivato, un informatico puro , l'essenza del bit e dello speudo raziocinio. ....... Sono della vecchia guardia , di quelli ch eindossavano il camice bianco nel CED e che leggevano i buchi delle schede mentre maledivano quel tremore ale mani che aveva fatto si che 5000 schede si rovesciassero sul pavimento mettendo in forse la tanto desiderata cena.

Sono un analista , quindi abituato a "vedere in modo diverso", per compendere meglio questa definizione suggerisco di leggersi alcuni capitoli del libro "lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta", in particolare dove si spiegano i vari modi di visone della realtà.

Sono cosciente dela mia pura follia mentale , come per tutti gli artisti, d'altronde noi puri informatici siamo degli artisti e siamo molto più vicini al supremo di quanto  altri pretendano di esserlo.

L'artista crea, l'artista dal nulla genera un qualcosa che puo anche toccare il profondo dell'anima , solo chi è in alto puo fare ciò.

Scrivere righe non sempre ti mette in contatto con il mondo, cioè tu sei in contatto ma è l mondo ch enon si mette in contatto con te, quindi perchè non dedicarsi anche ad un'attività che meglio ti rapporta con il resto dell'umanità.

Non so dipingere, non so suonare ( ma so ascoltarla) , quindi rimane la fotografia.

La fotografia unisce la tecnologia con l'arte pura, è un mezzo buono, ma che può anche far molto male (certti scandali).

Quindi mi dedico anche alla fotografia, e ne faccio di tutti i colori.